Una dedizione irragionevole?

Febbraio 5, 2018

Aspettarsi che i matrimoni durino fin quando ‘la morte ci separi’ è semplicemente irragionevole – almeno secondo ciò che ho sentito di recente.

Le circostanze della vita, gli interessi mutuali, le carriere ed altri fattori fluttuano e quindi pure le nostre aspettative sul matrimonio dovrebbero essere flessibili, secondo lo stesso argomento.

Sembra ragionevole, fin quando si inizia a pensare alle conseguenze a lungo termine, almeno per quanto riguarda la società. Con i miei fratelli e sorella, abbiamo festeggiato ieri il 95° compleanno di mia madre in Nuova Zelanda. La maggior parte della nostra progenie e consorti erano presenti, formando un gruppo di una trentina di persone, con altri collegati tramite i media sociali dall’Australia e dai Paesi Bassi. Provavo ad immaginare quanto diverso poteva essere lo scenario se ogni matrimonio rappresentato, più o meno una dozzina, fosse stato un ‘regime flessibile’. Un bel groviglio di permutazioni e di combinazioni!

Ammettiamolo, il sangue non è acqua. Il legame e la dedizione per i bambini di relazioni precedenti della compagna attuale non possono mai sperare di essere allo stesso livello di quelli con i bambini della nostra carne e del nostro sangue.

Eppure, sospetto che le celebrazioni di tali famiglie allargate di questo tipo e di questa dimensione stanno diventando una rarità. Rara pure era la dedizione fedele ed esclusiva dei miei genitori tra di loro per 65 anni – fin quando la morte li separò – alla base della nostra particolare riunione.

Questa fedeltà, a sua volta, diede alla generazione dei miei fratelli e sorella un esempio forte da trasmettere alla generazione dei nostri figli. Il punto è che i matrimoni sani rimangono vitali per lo sviluppo di una società. Se siamo davvero preoccupati dallo sviluppo umano, dal benessere della società o di ciò che viene spesso chiamato il ‘bene comune’, dobbiamo quindi promuovere i matrimoni sani. L’investimento, il lavoro e la lotta a loro favore ne valgono la pena.

Soglia critica

Il matrimonio è un fattore maggiore nella riduzione dei pessimi risultati a scuola, della delinquenza giovanile, della povertà, della droga e della criminalità. Degli studi dimostrano che i bambini di genitori singoli hanno più probabilità di essere poveri che quelli vivendo con entrambi i genitori. Tanti genitori singoli fanno un lavoro eroico nell’educare i loro bambini e meritano tutto l’aiuto che possono ricevere. Pochi però sceglierebbero questo ruolo se avessero la possibilità di vivere una relazione di matrimonio stabile. I genitori sposati, quando per un corto periodo devono prendere tutta la responsabilità da soli, possono soltanto chiedersi come fanno i genitori singoli a gestire la loro missione a tempo pieno.

Tuttavia, la separazione, il divorzio e i regimi di vita insieme sono banali in tutte le classi economici odierne. Le famiglie ‘mescolate’ o ‘arcobaleno’ stanno diventando sempre di più ‘normali’. Jim Wallis, autore di best-sellers del New York Times, scrive nel suo libro ‘The (Un)Common Good’ – il bene (poco) comune – che senza una soglia critica di matrimoni sani e funzionali, una società si dirige verso dei problemi seri.

Le pubblicità nei Paesi Bassi per i siti d’incontro di ‘secondo amore’, cioè presentando il divorzio come un biglietto per la libertà, insieme ad una corrente costante di film o serie televisivi rendendo l’adulterio affascinante sono degli indicatori allarmanti del corso che la società sta seguendo. Grazie a Dio per quel politico olandese che ha promosso una campagna pubblicitaria affermando che l’adulterio è ‘il gioco di famiglia nel quale tutti perdono.’ (Questo è un gioco di parole sulla parola olandese per l’adulterio, ‘overspel’; ‘spel’ significa ‘gioco’.)

Nel corso di un pranzo con un amico d’infanzia questa settimana, egli mi raccontava del divorzio di suo figlio e del suo effetto devastante sul nipote adolescente. ‘Ho tutte le ragioni per odiare il divorzio,’ mi diceva con un senso profondo di rammarico.

Wallis scrive che insegnare ai bambini le virtù della dedizione, dell’integrità, della responsabilità e della fedeltà, sia nella loro vita economica sia in quella sessuale, deve essere una parte centrale del lavoro dei genitori odierni. Egli incoraggia una dedizione a controcorrente, per una sessualità di patto invece di divertimento, in una società dove la sessualità di promiscuità è diventata normativa, anche nelle comunità religiose.

Risveglio

La settimana prossima, il 14 febbraio, verrà celebrata la festa di San Valentino. Ciò significa che la Settimana del Matrimonio inizierà questo mercoledì in tani paesi, nello scopo di incoraggiare quegli abbastanza fortunati di essere sposati, a dare un tempo e un attenzione speciale a questa relazione. La Settimana del Matrimonio in una nazione riunisce i media, il mondo imprenditoriale, il governo, i gruppi religiosi e, in effetti, chiunque si preoccupa del matrimonio.

Migliaia di eventi locali si svolgono ogni anno in caffetterie, ristoranti, sale comunali e chiese.

La Settimana del Matrimonio celebra la diversità e la vitalità del matrimonio come base per la vita di famiglia, nella convinzione che il matrimonio è un istituzione brillante che la società dovrebbe celebrare. È ora di dire ‘Svegliatevi. Il matrimonio è un idea geniale!’.

Siccome un matrimonio sano è una competenza, questa è un opportunità per imparare delle nuove competenze affinché i matrimoni possano passare da buoni a molto buoni! Un grande matrimonio può essere imparato, cosiccome una persona può imparare a leggere un libro, a guidare o a sciare.

Scoprite cosa succede nel vostro paese questa settimana sul sito della Settimana del Matrimonio. Investite nel vostro futuro nel ‘bene comune’.




Rispondi